Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

La politica della Qualità del Centro dei Padri Somaschi è una politica ritenuta necessaria, voluta e finalizzata a dare efficacia al programma di sviluppo del proprio Sistema Qualità con normale riferimento alla normativa ISO 9001, per il raggiungimento degli obiettivi che seguono:

  • Raggiungere e mantenere un sistema di qualità conforme alle norme UNI EN ISO 9001 tale da soddisfare con continuità le esigenze espresse e/o implicite del committente.
  • Assicurarsi che la qualità prestabilita sia capita, raggiunta e mantenuta a tutti i livelli aziendali.
  • Assicurare al committente che la qualità prestabilita sia raggiunta nel prodotto o nel servizio fornito; ove richiesto contrattualmente ciò può implicare che vengano concordati dei requisiti per darne evidenza.

Il Centro Padri Somaschi è organizzato per assicurare una formazione finalizzata a soddisfare le esigenze del cliente (alunno, famiglia e azienda).
La qualità del servizio si realizza tramite l’armonizzazione dell’attenzione al cliente mediata e alimentata da un costante e continuo rapporto con:

  • il mercato, rappresentato dal sistema delle aziende e delle imprese, che definisce le esigenze di professionalità espresse dal mondo del lavoro al fine di pianificare percorsi didattici finalizzati a professionalità richieste dal mercato, in ultima analisi per assicurare buone possibilità di occupazione;
  • gli enti finanziatori per garantire ai frequentanti elevate prestazioni formative ed addestrative. Il rapporto con gli enti finanziatori non esclude la possibilità di corsi non finanziati che vengono progettati ed attivati allorché il mercato mostri richieste di professionalità che i corsi finanziati non soddisfano;
  • l’ambiente esterno per assicurare un clima didattico ed un’atmosfera educativa finalizzata alla crescita dell’individuo nel senso globale, non solo professionale ma anche umana. Per assolvere a questo secondo aspetto il Centro si avvale di indirizzi di ispirazione cristiana.

Tali obiettivi si concretizzano nelle seguenti azioni:

  • Regolare i rapporto all’interno dell’organizzazione del Centro in maniera chiara secondo un organigramma generale nel quale ciascuna funzione abbia un responsabile che ne garantisca lo svolgimento.
  • Esplicitare i connotati di ciascun ruolo affinché chi lo rappresenta conosca a fondo l’estensione ed i limiti del proprio operato e i controlli da esercitare.
  • Definire compiutamente tutte le procedure di lavoro affinché esista la sicurezza che quanto viene elaborato e consegnato abbia una storia del tutto rintracciabile, nel comune interesse del Centro e del cliente.
  • Controllare secondo specifiche metodiche proprie di ogni settore, le procedure ed i prodotti con l’intento di assicurare la conformità alle regole ed ai parametri stabili e anche di individuare possibilità e direzioni di miglioramento.
  • Eliminare le non conformità interne rilevate dal servizio ispettivo e dell’autocontrollo ed esterne rilevate dal cliente attraverso l’analisi statistica delle stesse e la ricerca della loro natura e causa. Utilizzare i risultati come input per il continuo miglioramento del Centro e l’attivazione delle necessarie azioni correttive e preventive.
  • Tarare, regolare e mantenere costantemente il sistema qualità affinché sia in continuo miglioramento.
  • Istruire tutto il personale che dirige, esegue e verifica attività che hanno influenza sulla qualità, ognuno nei limiti della propria prestabilita responsabilità.

Si tiene presente che il Progetto Educativo e il Piano dell’Offerta Formativa sono testi fondamentali che il Responsabile Qualità specificherà in procedure secondo le Norme ISO 9001.
È utile tenere presente che i punti della norma ISO 9001 possono essere classificati in tre tipi:

  • I punti che definiscono gli aspetti procedurali del Sistema Qualità, che non richiedono interpretazione perché sono indifferenti rispetto ai settori di applicazione;
  • I punti che riguardano i processi operativi, che quindi richiedono il massimo sforzo di interpretazione per l’applicazione della norma ai servizi;
  • I punti di più netta origine manifatturiera, che in genere non sono applicabili ai servizi.